2.

Se tutti procedessero logicamente nelle proprie azioni, il mondo sarebbe migliore. Ma meno bello.

Lascia un commento

The audience is lstening.

Ho voglia di scrivere, forse quest’attività comincia ad esercitare la sua funzione catartica (o forse no), ma non ho le idee chiare; avrei una pagina in bozza ma è un discorso lungo e non è il momento di affrontarlo. Ci sarebbe anche un articolo in sospeso ma è un po’ troppo aulico e non è il momento di approfondirlo, potrebbe diventare comprensibile.
Del resto il pubblico è in attesa e deluderlo (ammesso che se ne curi) è cosa indegna, soprattutto quando, come detto, HO voglia di scrivere; c’è però un problema: e se scrivendo rivelassi un trucco, un artificio, se per disattenzione dovessi malauguratamente digredire verso qualcosa di troppo pop? ORRORE! Dilemma, occorre esperire una drastica dicotomia tra il pròdomo e la prodizióne (cfr. Marzo)…

Ho capito: volevo solo cambiare il colore all’header! Che sciocco…

Lascia un commento

L’avvelenata

L’avvelenata

Ma se io avessi previsto tutto questo, (dati cause e pretesto) le attuali conclusioni… cantava con liriche esplicite (di quelle da avviso ai parenti [N.d.Elio]) il buon Francesco, compagno di giornate giovanili trascorse nell’ozio attivo tipicamente adolescenziale, in quell’epoca in cui anche la televisione non era abbastanza matura da irretire diversi miliardi di giovani neuroni.
Questo anno (di cui più di 1/24 è trascorso…) inizia e passa sottovoce, non permette discontinuità, si è indissolubilmente fuso con il precedente, come a ricordare e rimarcare che l’attesa, il desiderio, travalicano i confini del calendario.

Lascia un commento

12/06

Uguale 2.
La frazione nell’abstract: 12:6=2.

Su, sveglia…

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

November rain

Ricordate la canzone? La bella mid-ballad dei Guns&Roses verso la fine della loro gloria, quella vera, non quella che si sta costruendo adesso, su un vecchio Axel Rose poco importante e poco incisivo ma col nome giusto per un’epoca in cui riattare è meglio che creare, forse perché per creare ci vuol coraggio o per aver coraggio bisogna saper creare.

Beh, non la ricordate?

Pubblicato in Sparso | 1 commento